Cani randagi pericolosi: a chi chiamare e rivolgersi?

Hai trovato dei cani randagi che sembrano pericolosi ma non sai chi chiamare? Naturalmente dovrai effettuare una segnalazione alla Polizia Municipale che si dovrà occupare di portare al riparo l’animale a quattro zampe che hai trovato da solo.

In questi casi le domande che ti poni sono davvero molte, chi chiamare? Come agire nell’immediato? Sappi che dinanzi a tutto ciò vi è una normativa vigente che andrebbe rispettata per ogni Comune di Italia. Ti spiegheremo in breve cosa sostiene di fare la Legge.

Cani randagi pericolosi: cosa fare e chi chiamare?

Premettendo che tutti i cani non dovrebbero essere bulli o pericolosi, purtroppo quelli randagi non sappiamo come reagiscono. Qualcuno potrebbe avventarsi su di te per dei traumi subiti, altri potrebbero vederti come il nuovo padrone.

Se trovi un cane abbandonato accertati che sia docile e in caso avvicinati lentamente, viceversa, se lo trovi aggressivo, stanne più alla larga possibile e chiama la Polizia Municipale del Comune di appartenenza.

I vigili urbani avranno l’onere di chiamare l’ASL sanitaria canina del quartiere o della zona di appartenenza. Successivamente saranno gli addetti a catturare il randagio per portarlo in un rifugio apposito. 

Normativa sui cani randagi: scatta l’obbligo di segnalazione

Ignorare un cane randagio (al di là che sia pericoloso o meno) è punibile per legge. Nel caso in cui l’animale fosse stato investito o riporti ferite e quest’ultimo non venga soccorso, scatterà la sanzione che varia da 410€ fino ad un massimo di 1.643€.

Non di meno, secondo il Codice della Strada, l’omissione di soccorso di un cane o qualsiasi animale o chiaramente, umano che sia, ne vale della responsabilità penale.

Come comportarsi con un cane randagio?

Dopo aver visto chi chiamare e a chi rivolgersi in vista dei cani randagi, la domanda più importante è “come comportarsi?”. Al di là dell’atteggiamento esposto nei paragrafi precedenti, quello che potresti fare è accertarsi che non abbiano il microchip.

Qualora dispongano di questo dispositivo significa che possibilmente l’animale a quattro zampe si sia perso o che sia sfuggito al padrone. Verifica che intorno non ci siano case o gente che magari è in cerca del suo mammifero, chissà, potrebbe essere lì nei dintorni.

Cane randagio di “quartiere”, si può fare?

I cani randagi sono potenzialmente pericolosi. In alcune città di Italia esistono i cosiddetti “di quartiere”. Ovvero quegli animali che non hanno un responsabile, ma che sono gli stessi abitanti del rione che se ne prendono cura.

Spesso il cane in questione è ben curato, pulito e viene anche cibato. Il problema è che stiamo parlando di un abuso di legge. Nessuna normativa prevede che un animale potesse rimanere a piede libero, per evitare che un cittadino possa essere in pericolo.

Qualora tu notassi un cane di quartiere, sappi che puoi fare segnalazione alle forze dell’ordine quali carabinieri o polizia municipale, e ciò sarà a tutti gli effetti un abuso amministrativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *