Cura del cane: come eliminare pulci e zecche

Come si tengono lontane le pulci e le zecche dal nostro amico a quattro zampe? Il primo passo da fare è quello di operare una buona prevenzione, utilizzando degli antiparassitari per cani. Molti sottovalutano la prevenzione, e si ritrovano ad agire solamente quando l’animale è ormai già infestato. Cosa bisogna fare in questi casi? Vediamolo insieme.

Riconoscere i parassiti

Per prima cosa bisogna riconoscere i parassiti. Pulci e zecche sono tra le specie più diffuse, ma sono molto differenti tra di loro. Le pulci sono molto piccole, e si muovono costantemente sulla pelle del cane. Sono piuttosto difficili da notare, soprattutto sul pelo nero o marrone come spiegato in questo articolo. Al contrario le zecche sono molto più grandi, con una dimensione che si aggira intorno al mezzo centimetro. Sono di forma tonda o ovoidale, si attaccano alla cute del cane e restano ferme mentre si nutrono di sangue. Dopo essersi nutrite si gonfiano, assumendo un certo spessore.

Consigliamo di controllare almeno una volta al mese se il cane abbia le zecche. La procedura è molto semplice: bisogna accarezzare il cane all’altezza della pelle, e cercare eventuali irregolarità. La zecca, avendo un suo spessore, si percepisce molto facilmente con il tatto.

Per le pulci invece è importante non sottovalutare il prurito, il principale sintomo dato dal cane. Le pulci provocano un costante fastidio, che spinge l’animale a grattarsi più del normale, fino anche a sanguinare.

Cosa fare

Per eliminare i parassiti possiamo utilizzare degli spray antiparassitari, che hanno lo scopo di nuocere a queste creature, senza fare del male al cane. Esistono alcune versioni più leggere, adatte per i cuccioli.

Nel caso delle zecche possiamo toglierle senza utilizzare alcun tipo di prodotto, basta una semplice pinzetta. Iniziamo disinfettando la pinzetta, per poi usarla per prendere la zecca e estirparla. L’area della pelle interessata potrebbe sanguinare, per questo è importante disinfettare accuratamente, per evitare che il cane si infetti.

Per le pulci invece possiamo usare, oltre al classico spray, degli shampoo antiparassitari, con cui lavare il cane. Basta un solo lavaggio e le pulci saranno solo un lontano ricordo.

Dopo aver eliminato i parassiti è buona norma applicare dei prodotti antiparassitari, come collari o gel, così da mantenere alta la protezione contro queste creature.

Non sottovalutare nulla

Uno dei principali rischi portati dalle pulci e dalle zecche è la trasmissione di eventuali patologie. Queste creature si nutrono del sangue dal nostro animale domestico, e ciò permette il contatto con virus e batteri che possono provocare patologie anche gravi.

Per questo dopo ogni infestazione è importante tenere alta l’attenzione, e non sottovalutare eventuali anomalie. Se il cane è troppo stanco o se si comporta in maniera strana è meglio contattare subito il veterinario, così da chiedere il suo consiglio e effettuare eventualmente delle analisi.

Sanificare la propria abitazione

Nel caso di una infestazione di pulci è meglio sanificare anche la propria casa. Queste creature hanno un tempo di riproduzione davvero basso, e in poche settimane possono diventare centinaia, se non migliaia. Per questo bisogna pulire accuratamente tutti gli oggetti con cui è entrato in contatto il cane, come la cuccia, eventuali coperte o anche il divano.

L’aspirapolvere può essere un ottimo alleato, grazie alla sua capacità di aspirare sia le pulci che le loro larve. Attenzione ai tappeti, sotto i quali si possono annidare decine e decine di uova.

Prendete l’abitudine di lavare il cuscino o la cuccia del vostro cane con prodotti disinfettati appositi, molte volte anche se usiamo tutte le accortezze del caso, dovremo disinfettare con prodotti specifici dove dorme il nostro amico a 4 zampe, la semplice pulizia con acqua potrebbe non essere sufficiente per garantire la morte di pulci e zecche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *