Le 8 migliori spazzole per cani

Le spazzole per cani si adattano al pelo del tuo amico a quattro zampe per donargli l’aspetto di un pelo in ordine e luminoso. Siccome è un prodotto di uso quotidiano, in commercio ce ne sono tantissime versioni ed è difficile capire quale scegliere. Il pelo di un cane, poi, non ha le stesse esigenze del pelo di un altro e le indicazioni sulle confezioni non sempre sono chiare. Come fare una scelta sicura per il tuo cane?

Le 8 migliori spazzole per cani: quali sono?

Le spazzole per cani servono per ridare vitalità al pelo e per togliere lo sporco o i peli morti. L’uso frequente della spazzola ha il compito di eliminare i parassiti e di prevenire eventuali attacchi alla cute dell’animale. Quali sono le 8 migliori spazzole per cani oggi in commercio?

Perché conviene usare delle spazzole per cani?

L’uso delle spazzole per cani ha benefici reali per la salute del tuo amico a quattro zampe. Gli animali, poi, sono abituati a giocare all’aperto. Questo li espone allo sporco e ai batteri. Fin da cucciolo, è importante insegnare al tuo cane ad accettare la spazzola.

Se lo farai fin da piccolo, il cane con il tempo di abituerà alla cosa e lo vedrà come una sana abitudine. I cani più avanti con l’età lo trovano anche un modo per rilassarsi. Quando il cane è cucciolo, si usano setole morbide, mentre più avanti si usano setole più dure.

Usare la spazzola sul cane aiuta anche a tenere pulita e più igienica la cuccia del cane, questo perchè nella pulizia dei pelo non andremo a riempire la sua cuccetta di peli che attirerebbero un sacco di animali e altre problematiche.

Spazzole per cani: come sceglierle in base al pelo

Le spazzole per cani si scelgono in base al pelo. La dimensione della spazzola dipende dalla taglia del cane e da quanto è lungo il pelo. I pettini in commercio possono avere una trama diversa in base all’uso.

Ci sono pettini a trama fitta per scovare i parassiti ed eliminarli. Puoi trovare anche spazzole a trama media o larga, ideali per eliminare i nodi.

Per i cani che hanno il pelo lungo e un folto sottopelo, servono i pettini a rastrello. Hanno la punta arrotondata, così il pelo non si strappa quando si rimuove il nodo. Il cane non sentirà alcun dolore.

Invece, i cani che devono abituarsi al pettine hanno bisogno di una spazzola con setole corte e fitte. L’obiettivo di questi strumenti da toeletta per cani è rimuovere i peli morti e diventare una carezza per il cane.

Quando si parla di animali di taglia media o grande, si usa un rastrello raschiatore che si chiama furminator. Elimina i peli morti, mentre i cani che stanno facendo la muta si troveranno a proprio agio con un’altra spazzola, chiamata cardatore.

Oltre alle spazzole, ci sono strumenti anche per il padrone. Ci sono i guanti togli pelo, che sono ideali per i cani che hanno il pelo non troppo lungo. Così, è difficile usare un pettine per spazzolare! La soluzione è nei guanti, che permettono al padrone di accarezzare il cane e di fargli dei massaggi. L’animale si sentirà rilassato e tu avrai rimosso tutti i peli morti, perché sono rimasti attaccati al guanto.

I cani con pelo duro e ruvido, invece, hanno bisogno di un slanatore. Anche per le spazzole per cani è arrivata la tecnologia. Così, ci sono modelli a ioni e a batteria per eliminare eventuali odori dovuti alla spazzolatura.

La spazzola dopo lo shampoo?

La spazzola sul cane andrebbe utilizzata sia prima che dopo l’uso dello shampoo per la sua pulizia, ovviamente utilizzando shampoo adatti per evitare che la cute si irriti maggiormente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *