14 Sintomi per riconoscere un cane avvelenato

Temi che il tuo cane è stato avvelenato evorresti conoscere i sintomi? Questo ti consentirà nell’immediato, di potergli salvare la vita. Purtroppo ogni anno, sia per gesti volontari che non, vengono avvelenati 60.000 cani.

Il veleno potrebbe essere letale nella maggior parte dei casi. Quindi è indispensabile riconoscere il malessere del tuo pet, qualora sia dovuto ad un intossicamento o peggio ancora, avvelenamento.

Questa situazione ovviamente ci auguriamo che non succeda mai al vostro cane, ma è sempre meglio essere premuniti in caso succeda ove non possiamo assolutamente farci trovare impreparati.

Come riconoscere un cane avvelenato

Per riconoscere se il tuo cane è stato avvelenato, ci sono dei sintomi più riconoscibili rispetto ad altri. Eccone qualcuno in elenco, ovviamente sono i classici sintomi, l’avvelenamento ha diverse forme purtroppo e questi sono sintomi particolari e sono molte volte diversi per ogni cane, sia in base alla tipologia di avvelenamento sia in base alla reazione del cane.

  1. Difficoltà di deambulazione e arti irrigiditi;
  2. Pupille molto dilatate;
  3. Eccesso di salivazione;
  4. Respiro con molto affanno;
  5. Crisi convulsive;
  6. Stordimento e disorientamento improvviso;
  7. Si lecca troppo frequentemente;
  8. Senso di nausea e diarrea di sangue;
  9. Pallore delle mucose;
  10. Anoressia;
  11. Stanchezza;
  12. Letargia;
  13. Comparsa di ematomi o irritazioni al pelo;
  14. Epistassi.

Purtroppo, la reazione è soggettiva e varia in base al tipo di veleno che l’organismo del tuo animale ha assorbito. Alcuni, possono provocare un effetto più lento rispetto ad altri. In caso di reazioni più gravi, il malessere potrebbe essere avvertito in modo molto rapido, quasi istantaneo oseremmo dire.

Naturalmente, riconosceresti subito se il tuo cane è affetto da raffreddore oppure se soffre per altro.

Avvelenamento del cane da insetticida e altri veleni

I malintenzionati, non causano l’avvelenamento del cane esclusivamente ricorrendo all’insetticida, bensì a veleni di diverso tipo come stricnina, la metaldeide, diserbanti e persino i veleni utilizzati per uccidere i topi.

Stricnina, metaldeide e diserbanti, sono gli stessi che vengono inseriti nei bocconcini di pane e buttati nei giardini, boschi o parchi, nella speranza che qualche animale possa cadere in trappola. Per il tipo di avvelenamento lento (dopo aver individuato i sintomi), ti suggeriamo di chiamare immediatamente il veterinario.

Nel frattempo, probabilmente ti verrà suggerito di far vomitare il tuo pet. Per farlo, somministrati tanta acqua salata fino a che non rigurgita tutto. Se non fosse stato sufficiente, somministra al cane la vitamina K, che si tratta del vero antagonista della tossina.

Dopo aver visto che tempi (in media) di avvelenamento di un cane possono variare (con più precisione dai 30 minuti alle 72 ore), è necessario intervenire fin da subito. Ciò, non solo per evitare le conseguenze più fatali, ma soprattutto per preservare la salute del suo organismo.

Il consiglio di base se abbiamo un dubbio è quello di recarsi immediatamente dal veterinario per scongiurare qualsiasi problema al nostro cane in caso di un avvelenamento da insetticida o altri veleni.

Per evitare gli avvelenamenti

Parliamo di un discorso particolare ma per evitare gli avvelenamenti quando giriamo col nostro cane è sempre consigliato girare con la museruola se non conosciamo il luogo dove stiamo facendo passeggiare il nostro cane, questo è fondamentale se vogliamo essere sicuri che il nostro cane non metta in bocca polpette o altre cose che potrebbero compromettere la sua vita.

Conosciamo le cronache dei giornali che indicano come molti criminali sono usi abbandonare polpette contenente veleno nei parchi e nelle zone di passaggio dei cani per ucciderli e farli soffrire in modo atroce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *