Vacanze con il cane: ecco come gestirlo al meglio

Con il passare del tempo, i cani sono diventati degli amici a quattro zampe fondamentale, parte integrante della nostra famiglia, anche grazie a diversi espedienti tecnologici che consentono di gestire al meglio diverse attività della quotidianità. La tecnologia, come ben sappiamo, ha radicalmente modificato un gran numero di ambiti, tra cui anche quello dell’intrattenimento, vista la grande crescita dei casino live della sicurezza di un gran numero di portali.

Per quanto riguarda la gestione dei cani in vacanza, la tecnologia può tornare utile in alcuni casi, anche se quando arriva l’estate e le vacanze ci sono alcuni accorgimenti che non si può non tenere in considerazione, sia per quanto riguarda il viaggio di andata e di ritorno che la vera e propria vacanza nella meta prevista, anche se poi in vacanza ci sono tantissime attività che si possono fare in compagnia del proprio amico a quattro zampe.

Per tante famiglie, spesso e volentieri l’estate può rappresentare la prima volta con un nuovo cane e, di conseguenza, si tratta anche della primissima esperienza di viaggio e di soggiorno prolungato lontano dalle mura domestiche, con tutte le preoccupazioni e l’ansia che tale situazione può comportare una situazione del genere, sia ai padroni che al cane stesso.

Come fare la valigia per il nostro amico a quattro zampe

In vacanza è necessario portare con sé non solamente il libretto sanitario del cane. Infatti, è fondamentale rammentare di portare con sé il cibo che mangia abitualmente, a maggior ragione nel caso in cui sia un alimento piuttosto particolare o che non si trova così di frequente.

Nella sua “valigia”, bisogna ricordarsi di aggiungere anche le ciotole in cui mangia ogni giorno, a maggior ragione se si tratta di ciotole particolari, realizzate in modo tale da prolungare la durata del suo pranzo e scongiurare pericolose situazioni, come ad esempio la torsione dello stomaco che può portare anche alla morte del cane.

Nel bagaglio del cane un altro “strumento” che non si può dimenticare è la museruola, così come bisogna portare anche le sue pettorine, guinzagli e pure qualche giocattolo di cui è follemente innamorato. È importante portare con sé più cose possibili che hanno il suo odore, in maniera tale che si possa sentire a casa e si possa ambientare molto più facilmente nel luogo di vacanza.

Come rendere più semplice l’ambientamento

Una volta che è stata raggiunta la meta della vacanza, uno dei consigli migliori da seguire è senz’altro quello di sistemare immediatamente con cura l’alloggio, in maniera tale che il cane possa subire avere a disposizione ogni risorsa che può tornare utile.

I diffusori possono tornare utilissimi: infatti, una volta che tali prodotti vengono inseriti all’interno della presa di corrente, ecco che vanno a diffondere nell’ambiente dei feromoni che permettono di trasmettere al cane tanta serenità, in maniera tale da farlo sentire molto più a casa ed eliminando ogni sua insicurezza.

Nel corso dei primi giorni della vacanza, un altro aspetto fondamentale che bisogna rammentare è quello di evitare che il cane rimanga completamente da solo. Meglio farlo ambientare in modo progressivo, alternando magari la persona che rimane con lui all’interno dell’appartamento. Senza problemi specifici, saranno sufficienti due giorni perché l’ambientamento avvenga in modo corretto.

Nel corso delle prime giornate di vacanza, un altro suggerimento molto interessante è quello di cercare di esplorare i dintorni in compagnia del vostro cane, senza però eccedere in tali attività. Quindi, cercare di ridurre le escursioni eccessivamente difficili e impegnative, a maggior ragione nel caso in cui il vostro amico a quattro zampe non sia così allenato nell’affrontare questo tipo di sforzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *