Come educare un cane a stare da solo

Che sia un cucciolo oppure un cane adulto, sapere come educare un cane a stare da solo è la preoccupazione che affligge molti padroni. Questo perché essendo il cane un animale estremamente socievole, può vivere l’essere lasciato solo come una punizione.

Ci sono quei casi in cui si parla di ansia da separazione, termine tecnico che sta ad indicare un modo traumatico in cui molti cani vivono la separazione dal proprio padrone. In questa particolare circostanza, il cane soffre a stare solo anche per pochi minuti, si agita, e molto spesso tende a graffiare porte e pavimenti.

Ci sono alcuni consigli da applicare fin da subito per evitare questa spiacevole situazione:

  • Stabilire e chiarire fin da subito la gerarchia: il cane non deve essere messo sul nostro stesso piano, così sarà più facile per lui capire che non può uscire e stare sempre con noi;
  • Essere estremamente pazienti: se il cane fa fatica con gli esercizi e non risponde correttamente ai comandi, è bene fare un passo indietro e ripetere da capo. Ricorda che i cani, proprio come gli esseri umani hanno i loro tempi di apprendimento;
  • Non eseguire esercizi per abituare il cane a stare solo quando ci sono i tuoni o c’è il temporale: per i cani questi rumori sono molto fastidiosi e tendono a essere motivo di stress, causandogli un malessere interno.

Se sei una persona che sta fuori casa molte ore al giorno, potresti prevedere la compagnia di un altro cane, oppure potresti optare per un dog sitter.

Abituare un cane a stare da solo in casa o ovunque egli si trovi, è solo una questione di abitudine. Un cane adulto può stare solo fino a 6/7 ore, ma oltre le 8 ore comincerebbe a soffrire.

Non solo per motivi fisiologici (farebbe fatica a tenere i suoi bisogni per un tempo così elevato), ma anche psicologi,in quanto il cane ha bisogno di uscire per correre e sfogarsi.

Come abituare il cane adulto a stare da solo: consigli per farlo stare tranquillo

Insegnare il cucciolo a stare da solo è sicuramente più facile, in quanto i tempi di apprendimento sono più veloci rispetto a quelli di un cane adulto.

Se hai un cane adulto, step da seguire sono molto simili a quelli previsti per i cuccioli.

Per fare in modo che il cane viva la separazione come un evento normale, bisogna preparare il cane per essere lasciato solo seguendo questi semplici consigli, in modo che stia il più tranquillo possibile:

  • Assicurarsi che abbia tutto ciò di cui ha bisogno, come cibo, acqua e magari il suo gioco preferito.
  • Porta il cane a fare una passeggiata prima di uscire, in modo tale che si stanchi, così una volta rientrato a casa senta il bisogno di riposare.
  • Puoi installare anche una webcam per monitorare il cane che sicuramente è un ottimo modo per mantenere attiva la comunicazione con il tuo amico a 4 zampe.

Per fare in modo che il cane si abitui a stare da solo, è bene iniziare con uno degli esercizi più conosciuti, ovvero quello di uscire per qualche minuto e rientrare. Aumentando in questo modo il tempo di permanenza fuori.

Se riesci ad arrivare all’obiettivo che il cane riesce a stare a casa per mezz’ora da solo e senza abbaiare, significa che ha imparato a stare solo e ha capito che la solitudine non è un abbandono, e né tanto meno una punizione.

Non solo bisogna abituare il cane a stare solo, ma bisogna anche addestrarlo a star in casa. Questo perché se si vive in appartamento, non significa che bisogna rinunciare all’amore di un amico a quattro zampe, ma bisogna dare delle regole per una buona educazione e una serena convivenza.

Bestseller No. 3
Chuckit Ultra Ball, M
  • Chuckit ultra ball gomma...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *